quartiere arte2casa morra2museo nitsch2shimamoto2LOGO TOP VIGNA

11 02 2008 enzo moscato

VOCI E ALTRI INVISIBILI:

di e con Enzo Moscato

Domenica 11 Febbraio 2018 – Casa Morra, ore 19:00- posti limitati
Scalea di Casa Morra 
Salita San Raffaele, 20C - Napoli

 

pdf Locandina

 

Domenica 11 febbraio a Casa Morra il secondo degli otto appuntamenti - a cura di Casa del Contemporaneo - “fuori sede e fuori tempo” in luoghi non teatrali ma d’arte contemporanea.

 

L’appuntamento – in prima assoluta – è con Enzo Moscato protagonista e ideatore della performance che dona il titolo all’intera rassegna, VOCI E ALTRI INVISIBILI.

Dopo il successo dello scorso anno al Museo Nitsch, in occasione del debutto della rassegna VOCI E ALTRI INVISIBILI avvenuto con lo spettacolo COSE della compagnia Deflorian Tagliarini, prosegue a Casa Morra la programmazione di Casa del Contemporaneo.

Il Centro di Produzione Teatrale La Casa del Contemporaneo, nato dal teatro per dialogare fuori dagli spazi canonici teatrali, cerca il confronto d’insieme attraverso la performance, gli incontri, le proiezioni e le letture presentate in un’unica data e in prima assoluta a Napoli. Una carrellata di titoli e incontri, che proseguono per tutto il mese di aprile, fanno da punteggiatura alla stagione e confermano la ‘vocazione contemporanea’ del centro di produzione, in un confronto sulla questione aperta tra linguaggi e forme d’arte, stimolando connessioni e confronti tra gli spazi cittadini.

 

Domenica 11 febbraio, a Casa Morra, Enzo Moscato - recentemente finalista agli Ubu 2017, per il premio alla carriera - propone una nuova creazione in forma di performance dal titolo VOCI E ALTRI INVISIBILI il cui tema centrale si avvicina alle storie di fantasmi che, nella poetica moscatiana, sono sempre “un incontro dell’umano e del familiare con l’elemento mitico e favoloso che da sempre a Napoli abita i cuori e le case”.

Protagonista della vicenda (o – come Enzo Moscato scrive nelle sue note – “della Storia, o della Natura, che, come Leopardi avvertiva, sono spesso, a Napoli “la stessa, crudelissima cosa”) è Nanà, l’anima candida e reietta “giovane-vecchissima creatura al servizio ‘minuto’ delle donne di un bordello arroccato sui Quartieri Spagnoli, nella Napoli, desolata e avvilita, dell’occupazione nazista, sul finire dell'estate del 1943”

 

Dichiarazione di Giuseppe Morra ha così dichiarato a proposito della sua partecipazione alla rassegna: “ È con grande entusiasmo che la Fondazione Morra partecipa e accoglie la rassegna organizzata dalla Casa del Contemporaneo VOCI E ALTRI INVISIBILI, in cui performance, spettacoli, proiezioni e incontri si svolgono in luoghi non teatrali ma d’arte contemporanea. Proporre un teatro fuori dai suoi spazi, fisici e mentali, convenzionali, crea contaminazioni culturali di aree differenti, fedeli all’idea che la città, il mondo, trovi apertura attraverso la cultura, volano di cambiamenti economico-sociali. Prima con il Museo Nitsch, poi con Casa Morra, la Fondazione Morra dimostra come l’arte sia trasversale, apra nuove strade per osservare, conoscere e valutare gli aspetti del mondo, mantenendo la realtà delle cose. Dal principio dell’arte come motore di rinnovamento nasce il concetto del Quartiere dell’Arte, una rete di identità culturali e creative operanti all’interno di un quartiere, nel nostro caso, la zona dell’Avvocata nel centro di Napoli, per rigenerare e riqualificare l’area urbana attraverso le pratiche dell’arte e della cultura, ed è per auspicare tale trasformazione che con grande piacere prendiamo parte alla splendida iniziativa di Casa del Contemporaneo, che unisce più mondi promuovendo la sperimentazione e la ricerca, concetti che sono alla base della nascita della Fondazione Morra.

 

Enzo Moscato (attore, autore e regista) da sempre nelle sue creazioni attraversa e racconta la città di Napoli: «Sospiri, voci, filastrocche sono i mezzi che uso nel mio teatro, straduncole che creo da me o prendo dalla tradizione. Perché a Montecalvario sono nato e ho vissuto». Con questa ultima suggestione il Poeta ci racconta – per mezzo della voce di Nanà – una storia dell’estate 1943: l’incontro dell’umano e del familiare con l’elemento mitico e favoloso che da sempre a Napoli abita i cuori e le case: storia di fantasmi che mentre visitano, arricchendole, le vite degli umili e dei diseredati, allo stesso tempo le stravolgono fino allo sconvolgimento catastrofico.

 

presso Casa Morra

Salita S. Raffaele, 20C 

Napoli

CONTATTI per comunicazioni e informazioni:

tel 345 4679142

Biglietti -posti limitati- prenotazione obbligatoria

10 euro intero

7 euro under 30 e over 65

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

www.casadelcontemporaneo.it 

www.facebook.com/casadelcontemporaneo

Fondazione Morra

Vico Lungo Pontecorvo 29/d
80135 Napoli

Orari: lunedì-venerdì 10- 19 | sabato 10-14

Info Point

Tel +39 081 5641655
Fax +39 081 5641494

info@fondazionemorra.org

Menu

Newsletter
Privacy & Cookie Policy