quartiere artecasa morramuseo nitschshimamotoLOGO TOP VIGNA2

 Andrea CramarossFoto 04 Progetti SpecialiA

Andrea Cramarossa Progetti speciali | Efemera

Tre Studi sul Silenzio


Primo Studio sul Silenzio

Maria Imperatrice
Performance per venti spettatori con installazioni e video.

Voce solista Andrea Cramarossa

Silenzio Elbex anni ’80

Prima rappresentazione: 7 Agosto 2014 –ItinerAria Festival, Calcata (VT);
Repliche successive: 2 Luglio 2015 CEA WWF Masseria Carrara di Bari-Modugno, 12/14 Maggio 2017 – Museo d’Arte Contemporanea Pino Pascali, Polignano a Mare (BA).


Sinossi.

Maria è un travestito. Nel momento della messa in scena del suo calvario, ella narra del suo parto, che avverrà in diretta, per opera di Dio. Essa è convinta che Dio l’abbia resa madre, come la ben più nota della Storia, ma con la convinzione che Dio, effettivamente, esista. Questa volta sì, esiste per davvero ed ha anche un nome: Vincenzo. Maria è nella stanza bianca, piccola, grande, stretta, larga, lunga, corta di un manicomio. È stata rinchiusa per via di questa storia di Dio. Ovviamente nessuno le ha creduto e pensano addirittura che sia pericolosa per sé stessa e per gli altri. Maria è violenta, aggressiva, antipatica. È disturbata dal Silenzio come dal Rumore. Maria non ha pace. Non desidera morire, non sa cosa sia la morte, le sembra troppo irreale: troppe mani hanno forgiato il suo corpo e lei più non è. In quella stanza mastica tutto ciò che incontra sulla sua strada e sputa molto, Maria, sputa perché in nessun volto vuole riconoscersi. Ha conosciuto l’odio, la mistificazione del dolore, ha conosciuto i cosmogonici racconti di amanti “innamorati” che le lasciavano 50.000 Lire sul letto e quel Silenzio del prima e quel Silenzio del dopo.

Silenzio perché nulla devi poter dire. Nulla devi poter raccontare. I racconti, lasciali agli uomini, Maria, tu servi solo a portare soldi a casa. E, poi, marcire dentro un manicomio.
“State zitti, per favore!”. Che meraviglia il Silenzio! Che creatura stupenda, incongruente, inaspettata. Quale entità acclamata, desiderata, voluta. Non la si ottiene per scelta e nemmeno per nascita, per rango sociale, per ideologia, per convinzione. Il Silenzio c’è, esiste. Il Silenzio vive di vita propria, innegabile a sé stesso e all’ordine maturo delle cose.

“Parlate! Parlate! Parlate! Dite qualcosa, per Dio!”. Odioso Silenzio. Merda di mosca: questo è il Silenzio. Odioso. Insopportabile. Pesante. Penoso. Odioso. Invece meglio le voci, anche se sgraziate, meglio i suoni, anche se son rumori, meglio il tuono, anche se è fracasso, meglio il grigio di un cielo di ceramica, anche se è clangore, meglio il niente, anche se è vuoto.

 

Secondo Studio sul Silenzio
Del mio primo canto
Questo Studio è un particolare gioco di messa in scena concettuale.

 

Terzo studio sul Silenzio
La Neve cade su tutte le Rose

Soliloquio sull’autismo
Scritto, diretto e interpretato da Andrea Cramarossa

Aiuto regia: Federico Gobbi

Debutto: Febbraio 2015 BuurtcentrumSterrenzicht, Utrecht (Olanda)

Sinossi.

Francesco, il protagonista, è un ragazzo di 20 anni, gravemente affetto da autismo. Egli è solo, silenzioso, nella sua stanza, nella gabbia. Veste i panni di personaggi della fantasia, attraverso i quali comunica le sue emozioni. Ebbene, sì! Francesco ha deciso di utilizzare il travestimento e il teatro per trasmettere al mondo altro dal suo, ciò che prova e ciò che pensa su determinati argomenti.

 

DEL VENTO E DELLA CARNE
Laboratorio teatrale permanente
Conduzione e Direzione artistica: Andrea Cramarossa.

Da Aprile 2015 è iniziato il laboratorio teatrale permanente del Teatro delle Bambole.

Un approccio “semplice”, basato sui sensi e sul sentire, per chi si vuole accostare al Nuovo Metodo di Approccio all’Arte Drammatica.
Luogo: Bari.


Spettacoli realizzati:
L’AMICA DELLE MOGLI Studio su Luigi Pirandello
Debutto: 27 Maggio 2017 - CEA WWF Masseria Carrara (Bari-Modugno)
IL BOSCO DI LATTE 

Adattamento da “Sotto il bosco di latte” di Dylan Thomas.

Debutto: 5 Maggio 2018 - CEA WWF Masseria Carrara di Bari-Modugno

LIBERTÀ A BREMA di RainerWernerFassbinder
Debutto: 2 Dicembre 2019 - Bari, Teatro Duse

 

OLTRE L’IMMAGINE
Nel mondo dell’altro: è anche il mio.

Percorso di conoscenza, dialogo e scambio culturale tra differenti etnie.

Gli appuntamenti previsti prevedono incontri di scambio culturale, laboratorio teatrale (con coinvolgimento di persone del popolo migrante e italiane), messa in scena di un atto performativo globale, mostra fotografica sul tema del dialogo, dell’incontro e della condivisione dei saperi (scatti fotografici realizzati durante il percorso).

Periodo: da Ottobre 2019 a Luglio 2020.

Luogo: Bari.

 

Cuoricomio

All’interno della prima Edizione del Festival della Salute Mentale, tenutosi a Bari nel mese di Ottobre 2014, Teatro delle Bambole ha organizzato un laboratorio per attori e disabili mentali presso il Centro Phoenix, in collaborazione con 22WebTV: un percorso di avvicinamento alle problematiche sociali legate alla malattia mentale.
Laboratorio di ricerca (“Del verbo essere”) e Performance ad alto impatto spirituale per sensibilizzare l’opinione pubblica verso i disagi sociali derivanti dalle malattie mentali: dall’accettazione alla creazione, un percorso dentro l’arte dei sensi per approdare all’estraneamento della realtà.

Apertura del lavoro al pubblico: 18 Ottobre 2014, Bari

Per la seconda edizione del Festival della Salute Mentale, tenutosi sempre a Bari, Teatro delle Bambole ha presentato “MEDEA – Sintesi per quattro respiri”;
data della rappresentazione: 25 Novembre 2016 – Bari, Anche Cinema Royal.

 

filecenza! Libri sotto gli Alberi

Piccolo Festival di Letteratura.

Direzione artistica: Andrea Cramarossa.

Dal 2012 al 2018, Teatro delle Bambole ha organizzato, nel mese di Settembre, un piccolo festival dedicato ai vari generi letterari, con workshop, laboratori, spettacoli teatrali e presentazione degli autori e delle loro opere.
Luogo: CEA WWF Masseria Carrara – Z.I.Bari-Modugno.

Generi presentati: Narrativa (2012/2017); Drammaturgia (2013/2018); Letteratura per l’Infanzia (2014); Poesia (2015); Saggistica e Giornalismo (2016).

 

LUCCICAFestival dell’Arte

Direzione artistica: Andrea Cramarossa.

Realizzato dal 2015 al 2017, il è una occasione di aggregazione culturale, un luogo protetto, un’oasi, dove l’Arte viene ad essere di nuovo al centro dell’attenzione.
Una settimana - nel mese di Ottobre - interamente dedicata alle arti performative, dal teatro al cinema, dalla pittura alla fotografia, dalla musica alla scrittura creativa.
Luogo: CEA WWF Masseria Carrara – Z.I.Bari-Modugno.

17-20 Ottobre 2015: Edizione 0
LUCCICA incontra: Convegno sullo stato del Teatro “E se tornassimo a parlare di Teatro?”

18-23 Ottobre 2016: I Edizione;

24-29 Ottobre 2017: II Edizione.

 

IO: STUPORE - Pratiche di centratura teatrale

Direzione artistica: Andrea Cramarossa.

Realizzato dal 2015 al 2018, progetto di Alta Formazione nato dalla collaborazione di Teatro delle Bambole con la cooperativa Alice Area Arti Espressive: ciclo di workshop intensivi (da Maggio ad Agosto) con grandi Maestri della scena teatrale.

Luogo: CEA WWF Masseria Carrara – Z.I.Bari-Modugno.

 

IL CUORE SECONDO GIOVANNI - Rassegna teatrale

Direzione artistica: Andrea Cramarossa.

La rassegna è una occasione di aggregazione culturale, un luogo protetto, un’oasi, dove l'Arte Drammatica viene ad essere al centro dell’attenzione. Un'occasione rara di incontro privilegiato con il Teatro in ogni sua forma.

Luogo: CEA WWF Masseria Carrara – Z.I.Bari-Modugno.

 

Teatro & Ambiente – Progetti di Educazione Ambientale e Teatro

Per una precisa scelta etica, Teatro delle Bambole realizza e sviluppa da sempre, per il pubblico più giovane, Spettacoli di Educazione Ambientale in collaborazione con la Cooperativa Verderame e l’Ufficio Educazione del WWF Italia.
Spettacoli prodotti: “La Principessa Medusa” (sulla salvaguardia dell’ecosistema marino), “Il Principe Maiale” e “L’uccellino magico” (sull’allevamento intensivodegli animali domestici sul valore della Libertà), “Il Re degli Alberi” e “Il Re e la sua ombra” (sull’estinzione delle specie animali e vegetali), “L’Azzurro Principe” (sulla la Biodiversità).

 

Travolta da uno Tsunami
Spettacolo liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Patrizia Rossini.
Con: Caterina Firinu e con Stella Addario, Isabella Careccia, Patrizia Labianca, Antonella Ruggiero.

Regia di Andrea Cramarossa.

Debutto: Aprile 2014 Nuovo Teatro Abeliano, Bari.

 

Biennale dell’Attore
Festival di Alta Formazione per l’Attore.
Laboratorio permanente dul Nuovo Metodo di Approccio all’Arte Drammatica con weekend intensivi di danza contemporanea, teatro danza, canto moderno, scherma, drammaturgia, dizione e fonetica.

Fondazione Morra

Vico Lungo Pontecorvo 29/d
80135 Napoli

Orari: lunedì-venerdì 10- 19 | sabato 10-14

Info Point

Tel +39 081 5641655
Fax +39 081 5641494

info@fondazionemorra.org

Menu

Newsletter
Privacy & Cookie Policy