quartiere artecasa morramuseo nitschshimamotoLOGO TOP VIGNA2

 

CASA MORRA | Comitato Scientifico

 

casa morra cs Garrick Beck 1GARRICK BECK

Come figlio di Julian Beck e Judith Malina, i fondatori di The Living Theatre, sono cresciuto nel vivace ed espansivo mondo del teatro Off-Broadway degli anni '50. Ciò includeva - ovviamente - esibirsi in tutti i ruoli dei bambini nelle produzioni teatrali. E anche, essendo parte del sorprendente ambiente di artisti, scrittori, poeti, ballerini e pittori che frequentavano il teatro - e il nostro appartamento.

In aggiunta ai loro lavori creativi, i miei genitori erano attivi in molti dei movimenti di pace e libertà sociale di quei tempi, e fui presentato agli organizzatori e agli uffici di molti di questi. Julian e Judith hanno dato in una delle stanze dello studio nel loro 14th Street Theatre per avviare gruppi pacifisti e attivisti per i diritti civili. Ho lavorato lì nei pomeriggi dopo la scuola, imparando come fare mailing, stampe, poster, alberi telefonici e altre organizzazioni sociali.

Successivamente, il teatro e i miei genitori hanno lasciato gli Stati Uniti (a causa di problemi politici con il governo del Paese), iniziando un tour 'infinito' oltreoceano. Io rimasi a New York, vivendo con la madre di Julian, Mabel, e frequentando le superiori. Ho lavorato poi con la Student Peace Union e la Lega delle resistenze di guerra organizzando proteste anti-draft e anti-guerra durante l'escalation della guerra del Vietnam.

Nell'autunno del 1967, entrai al Reed College di Portland, in Oregon, dove studiai Humanities. Con gli amici del movimento pacifista di Portland, del movimento back-to-the-land e delle comunità psichedeliche, artistiche, sanitarie e yoga, abbiamo prodotto il Vortex Festival nell'autunno del 1970, una festa gratuita con musica e campeggio che ha richiamato 50.000 persone. In seguito mi sono trasferito con gli amici in una comunità di back-the-land, Rainbow Farm, nella Coast Range lungo Oregon's Smith River. Abbiamo coltivato tutti i tipi di verdure biologiche e lavorato con un numero di cooperative alimentari e distributori di semi biologici. Abbiamo iniziato un processo di silvicoltura sostenibile che è una progressione multi-età e multi-specie.

Con gli amici delle comunità sperimentali circostanti, la visione di riunire tutte le varie parti dei numerosi nuovi movimenti sociali, ha dato vita ai Rainbow Gatherings. A partire dal 1972, ho lavorato con questi eventi gratuiti e non commerciali, tenuti su foreste remote o terre di montagna, che hanno riunito persone provenienti da diversi background e numerosi campi creativi in oltre cinquanta Paesi.

Negli anni '80 vivevo e lavoravo nell'East Village di Lower Manhattan, dove i giardini della comunità stavano iniziando a germogliare. Sono stato in grado di sviluppare un programma di giardinaggio per bambini che è stato integrato nel sistema scolastico pubblico e, con l'aiuto del Trust for Public Land, sono stato co-autore di Plant & Grow!: guida per insegnanti per un programma di giardinaggio per bambini all'aperto per classi di scuola elementare.

Durante questo periodo ho lavorato con The East Village Baker's Dozen, dove venivano prodotte insolite cotture (senza frumento, senza glutine, senza uova, senza farina, ecc.).

Nel 1983, quando The Living Theatre è tornato a New York, ho assistito l'azienda e i miei genitori con lavori tecnici, d'archivio e di stampa.

Abbiamo recuperato i caches di Julian di dipinti, disegni, scenografie e costumi dei numerosi amici e parenti in cui li aveva lasciati prima di lasciare gli Stati con il teatro due decenni prima. Ho lavorato con il recupero di questi, oltre a collaborare con la letteratura, la stampa e altri affari teatrali.

Dopo la scomparsa di Julian nel 1985, ho assistito Judith e Hanon Reznikov nelle produzioni di The Living Theatre nella loro sede in Third Street e, successivamente, con inaugurazioni e produzioni al Living Theatre di Clinton Street. Durante questo periodo ho iniziato a sviluppare un business di gemme e minerali, Natural Stones, che ha aperto a Santa Fe, New Mexico, USA nel 1994.

Da quel momento ho vissuto a Santa Fe con mia moglie Jenny. Continuo a lavorare a New York diverse volte all'anno in diversi studi di oreficeria e di gioielleria. E faccio periodicamente conferenze sul turchese al Museo di Santa Fe delle arti e dei mestieri indiani.

Dopo la dispersione di Hanon Reznikov, Judith mi ha chiesto di unirmi al Living Theatre's Board, posizione che attualmente mi piace.


Judith è scomparsa nel 2015 ma il Living Theatre continua a produrre con una nuova generazione di artisti teatrali.

Più di recente, ho scritto un libro di memorie, True Stories, Tales from the Generation of a New World Culture, che è sia una contabilità dettagliata di molti degli incidenti, degli incontri e degli eventi della mia vita, sia anche un commento filosofico su dove siamo diretti come una specie umana.

Il mio lavoro con la Fondazione Morra

di Garrick Beck

La Fondazione Morra rappresenta un'opportunità unica per proteggere, preservare e promuovere opere sperimentali che abbracciano un centinaio di anni di creatività umana.

La sintesi di pittura, poesia, scultura, danza e teatro che si sviluppò nelle Beat e post-Beat Generation ha permesso agli artisti di esplorare più di una disciplina e ha portato a produzioni interattive come Happenings, The Paradise in The Living Theatre e una vasta gamma di arti partecipative che oggi stanno ancora coinvolgendo il pubblico. Oggi queste forme d'arte multidisciplinari fioriscono ovunque, dal teatro di strada nelle piccole città alle stravaganze in luoghi sfarzosi.

Le registrazioni della crescita e dello sviluppo di queste arti veramente moderne vengono raccolte, conservate e rese disponibili dalla Fondazione Morra alla prossima generazione di artisti il cui compito sarà quello di portare avanti questo lavoro creativo nel tempo futuro.

La mia familiarità con la collezione di Julian Beck - le opere d'arte di mio padre - tra cui scenografie e scenografie, capolavori quali acquerelli, dipinti a olio, costumi e collage, mi dà un'abilità unica di studio e verifica.

Il mio lavoro da diversi anni con The Living Theatre mi ha permesso di comprendere l'interrelazione di molti scrittori, ballerini, artisti e artisti contemporanei con la comunità di attivisti per la pace, avvocati difensori e agitatore sociali.

Il mio lavoro con gruppi di attivisti ambientali, sociali e di comunità mi ha dato una prospettiva per vedere come le arti contemporanee possono illuminare una luce e guidare la nostra cultura. Perché, dopo tutto, questo è ciò che fanno le arti, mostrandoci ciò che è e mostrandoci ciò che potrebbe essere.

Fondazione Morra

Vico Lungo Pontecorvo 29/d
80135 Napoli

Orari: lunedì-venerdì 10- 19 | sabato 10-14

Info Point

Tel +39 081 5641655
Fax +39 081 5641494

info@fondazionemorra.org

Menu

Newsletter
Privacy & Cookie Policy