quartiere artecasa morramuseo nitschshimamotoLOGO TOP VIGNA2

3 Febbraio 2018 otomo hi

 

LA DIGESTION – musica ascoltata raramente

 

Edizione II

da Novembre 2017 a Giugno2018

 

3 Febbraio 2018
ore 18.30: conversazione con il Prof. Carlo Serra (Università della Calabria)
ingresso gratuito

 

ore 21: concerto
OtomoYoshihide [JP]
Elio Martusciello [IT]

ingresso: 10 euro (include visita al museo)
presso Casa Morra
Salita San Raffaele, 20/C
Napoli

https://it-it.facebook.com/events/2031972317083440/

 

Entra nel vivo la seconda edizione de La Digesiton – musica ascoltata raramente, festival che pone al centro della sua ricerca i linguaggi più innovativi dell’arte sonora contemporanea, frutto della sinergia tra le associazioni Phonurgia e EM-Arts e la Fondazione Morra.

L’evento del 3 Febbraio costituirà il tentativo di istituire un nuovo formato, in cui al momento musicale si accompagnerà uno teorico, nella volontà di pensare il suono come fondamentale strumento di costruzione individuale e sociale.

Protagonisti della giornata saranno il performer Otomo Yoshihide, il maestro Elio Martusciello e il filosofo della musica Carlo Serra.

La conversazione pomeridiana con quest’ultimo sarà una riflessione sulla centralità dell’ascolto nei processi di soggettivazione contemporanei, argomento che si nutre delle pratiche dei due musicisti che si esibiranno in serata nella splendida cornicedi Casa Morra, il nuovo polo museale della Fondazione Morra.

Yoshihide esplora la dimensione della produzione e trasformazione del suono dal vivo, attraverso l’uso di giradischi hackerati e “suonati” in maniera non convenzionale, assumendosi i rischi di  creare un suono la cui natura è imprevedibile, Martusciello mette al centro la relazione del suono con lo spazio, il tempo e l’individuo. Come spiega lo stesso Martusciello: «sviluppare l'ascolto significa mettere in discussione se stessi, decostruire la propria prospettiva d'ascolto, dilatare il proprio orizzonte spazio-temporale. L'orecchio si configura come il senso dell'ospitalità e dell'accoglienza, strumento dell'apertura e della trascendenza». Ecco che la pratica dell'improvvisazione con le sue implicazioni sociali, la sua capacità di produrre comunità si connette e partecipa alla filosofia dell'accoglienza.

Pensare al suono come qualcosa di non dato, ma da creare e scoprire continuamente in comunità e che suggerisce unione, significa in definitiva pensare sé stessi come essenzialmente“in relazione”.

I signori giornalisti sono invitati a prendere parte alla conferenza stampa alle ore 18 dello stesso giorno presso Casa Morra, durante la quale potranno intervistare gli artisti e gli organizzatori dell’evento.

Otomo Yoshihide [Japan], uno dei più importanti improvvisatori viventi, collaboratore tra gli altri di Luc Ferrari, Jim O'Rourke, Butch Morris, Ryuichi Sakamoto, fondatore dei seminali progetti degli anni '90 Ground Zero e ISO e della ONJO (Otomo New Jazz Orchestra). Usa i giradischi come principali strumenti per rimanipolare in maniera eclettica e ultra-dinamica i materiali sonori, nonché per produrre suoni in maniera non convenzionale. Avvalendosi, oltre che dei vinili, anche di oggetti metallici, sistemi di molle, corto-circuiti elettrici e feedback, Otomo opera un detournement del dispositivo sonoro che gli permette di produrre dal vivo manipolazioni, montaggi, cut-up propri della musica concreta da studio; un’operazione di hackeraggio non solo verso gli strumenti ma verso il suono stesso, liberato dalle gabbie della forma e fatto esplodere in mille direzioni.

Attivo anche come compositore di colonne sonore e sperimentatore a 360 gradi, la sua voce è un unicum nel panorama musicale internazionale, capace di rivoluzionare tanto la musica concreta ed elettro-acustica, quanto l’improvvisazione e il free-jazz; tra gli iniziatori del leggendario movimento del noise giapponese, costituisce anche in quel contesto un esempio unico di contaminazione tra visceralità, ricerca, estremismo ed eleganza.

Ha detto di lui Luc Ferrari: "Finally, men like Otomo Yoshihide... when I heard him the first time, I knew he was someone who could understand musique concrete. He was making music that was concrete, but in real-time-- what we were doing in the studios 50 years ago".

 

http://otomoyoshihide.com/en/

https://youtu.be/wNgPvVPGyf0?t=11m46s

https://youtu.be/Yhcgm3rdaUY

Elio Martusciello (Napoli, 1959) è un musicista, compositore e docente di musica elettronica ed elettroacustica. Considerato tra i massimi esponenti italiani della musica sperimentale, da anni rivolge la sua ricerca ad un’attenta analisi del suono e delle sue relazioni con lo spazio, il tempo e l’individuo.

Insegna musica elettronica al Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella.

Ha presentato lavori al GRM (Parigi), al Synthèse (Bourges), all' Henie Onstad Arts Centre (Oslo), al PAN a roma (São Paolo do Brasil) e ha collaborato con musicisti e compositori sperimentali quali: Alvin Curran, Thomas Lehn, Jerome Noetinger e vari altri.

https://www.youtube.com/watch?v=MP3f6oK9GL4

 

Carlo Serra (Milano, 1959) Ricercatore presso l'Università della Calabria, dove insegna Estetica e Filosofia della Musica, è laureato in filosofia su relazione di Giovanni Piana con una tesi su La concezione dello spazio musicale nel pensiero di Jacques Chailley. Dall'anno 2001 all'anno 2008 è stato Coordinatore del Seminario Permanente di Filosofia della Musica. Sempre sino al 2008 ha avuto il ruolo di direttore della Collana "Il Dodecaedro", con Giovanni Piana, Paolo Spinicci ed Elio Franzini.

 

Contatti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.ladigestion.org

www.fondazionemorra.org

FB: ladigestion

 

IL PROGRAMMA 


22 Novembre 2017
William Basinski [USA]
@ Chiesa di San Potito
Via Salvatore Tommasi 1-7
ore 21
ingresso riservato ai soci
https://it-it.facebook.com/events/2024697441083093/

24 Novembre 2017
Francisco Meirino [CH] + Kanaka [IT]
@ Chiesa delle Scalze
Salita Pontecorvo, 65
ore 21
contributo d'ingresso: 5 €
https://www.facebook.com/events/127633084616217/

3 Febbraio 2018
Conversazione con il Prof. Carlo Serra dell’Università della Calabria
ore 18
ingresso gratuito
Otomo Yoshihide [JP] + Elio Martusciello [IT]
@ Casa Morra
ore 21
contributo d'ingresso: 10 €

31 Marzo 2018
Rie Nakajima & Pierre Berthet [BE]
@ Cimitero delle Fontanelle
ore 18
ingresso gratuito
David Toop [UK] + Michal Libera [PL]
@ Chiesa delle Scalze
ore 21
contributo d’ingresso: 10 €

19 Maggio 2018
Conversazione con il Prof. Carmelo Colangelo dell’Università di Salerno
ore 18
ingresso gratuito
Thomas Köner [DE] + Florian Hecker [DE]
@ Chiesa di San Giovanni Maggiore a Pignatelli
ore 21
contributo d’ingresso: 10 €

16 Giugno 2018
I’msitting in a room – program of audio screenings
lavori selezionati di Lionel Marchetti, JarMoff, Rudolf Eb.er, Jerome Noetinger, SEC_, Trevor Wishart, Valerio Tricoli,DasSyntetisch Mischgewebe, HEITH & Jesse Osborne Lanthier, Lesénervés + una sezione curata da Giulia Morucchio e BH per Helicotrema + una sezione curata da Giovanni Lami
@ Complesso di San Domenico Maggiore
ore 12-18
ingresso gratuito
Giovanni Lami & Enrico Malatesta [IT] + Maurizio Argenziano [IT]
@ Riot Studio
ore 21
contributo d’ingresso: 5 €

 

Fondazione Morra

Vico Lungo Pontecorvo 29/d
80135 Napoli

Orari: lunedì-venerdì 10- 19 | sabato 10-14

Info Point

Tel +39 081 5641655
Fax +39 081 5641494

info@fondazionemorra.org

Menu

Newsletter
Privacy & Cookie Policy