quartiere artecasa morramuseo nitschshimamotoLOGO TOP VIGNA2

 Invito Ada Lombardi 04maggio2019 page 0001

ADA LOMBARDI.
Arte Contemporanea. Oriente e Occidente. Dal 1945 ad oggi

Presentazione del libro

edito da StreetLib

SABATO 04 MAGGIO 2019

ore 18.00

ingresso libero

fino ad esaurimento posti

CASA MORRA

Archivio d’arte contemporanea

Salita San Raffaele 20/C, Napoli

Intervengono Ada Lombardi, Mario Franco, regista e storico del cinema, Andrea Viliani, Direttore del MADRE-Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina di Napoli, coordina Loredana Troise, del Dipartimento Arti Visive - Fondazione Morra.

Il volume, pubblicato nel 2018 da StreetLib, traccia un quadro dell’arte contemporanea a partire dal secondo dopoguerra fino ai giorni nostri nel confronto tra Oriente ed Occidente.

In particolare, lo studio di Ada Lombardi è ispirato dal saggio di Virginia Woolf "Una stanza tutta per sé", in cui l’autrice ripercorre la storia letteraria femminile e rivendica, per le donne dell’Inghilterra del XIX secolo, la possibilità di partecipare al mondo culturale, fino a quel momento esclusivo appannaggio maschile.

Partendo dalle considerazioni di Virginia Woolf per cui, dove non ci sono strumenti (libertà economica o di uguali diritti, ecc.), è impossibile sviluppare la creatività, soprattutto nei ruoli o fasce sociali maggiormente impedite dall’assenza di libertà, Ada Lombardi impronta il suo studio sull’arte contemporanea, come si sia sviluppata soprattutto in alcune nazioni ma non in altre, e come la sua evoluzione sia legata non solo agli eventi storici, ma a un dialogo continuo tra Est e Ovest. Questo dialogo si è intensificato dopo la Seconda Guerra Mondiale, riflettendo la fine del colonialismo europeo e il crescente potere economico delle nazioni orientali.

Ada Lombardi ha scelto di avere un approccio insolito nel suo libro per parlare dell’arte contemporanea: usa l'analisi storica e sociologica come punto di partenza per esaminare le somiglianze culturali, piuttosto che le barriere culturali, analizzando e valorizzando soprattutto i punti in comune e i prestiti culturali tra un’area e un’altra. Grazie a questo approccio, il libro traccia un mondo in cui l'influenza artistica non è limitata da meri confini o, peggio, da approcci basati su pregiudizi culturali.

Ada Lombardi è docente di Storia dell'Arte Contemporanea all'Accademia di Belle Arti di Roma.

Nata a Roma si è laureata all'Università La Sapienza di Roma. L’autrice ha scritto libri, saggi e cataloghi, ha curato mostre, compresa la sezione di Arti Visive della Biennale di Venezia in collaborazione con la Japan Foundation. Inoltre, ha insegnato Storia dell'Arte Contemporanea nelle Accademie italiane dal 1991.

In occasione della presentazione verranno proiettati in loop film di Jonas Mekas, parte degli Archivi Mario Franco.

INFO

Casa Morra - Archivio d’Arte Contemporanea

Salita San Raffaele 20/c, Napoli

Tel. 081 564 1655

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

ADA LOMBARDI.

Arte Contemporanea. Oriente e Occidente. Dal 1945 ad oggi.

"Frontiere? Non ne ho mai vista una. Ma ho sentito che esse esistono nella mente di alcune persone "

(Thor Heyerdahl)

Autore: Ada Lombardi

Libro di Storia dell’Arte Contemporanea Internazionale (800 immagini).

Contenuti

Premessa, Introduzione, Sommario, 14 capitoli suddivisi in 4 macro-aree geografiche e culturali (Europa, America, Giappone, Cina).

4 periodi storici

1. Seconda guerra mondiale; 2. Anni '60 / '70; 3. Anni '80; 4. Dagli anni '90 al presente.

Questo studio è stato ispirato dal saggio di Virginia Woolf "Una stanza tutta per sé", dove l’autrice spiega perché sia facile comprendere come così poca letteratura sia stata scritta dalle donne prima del diciannovesimo secolo. La ragione è evidente: dove non ci sono strumenti (a causa della mancanza di libertà economica o di uguali diritti, ecc.), è impossibile sviluppare la creatività, soprattutto nei ruoli o fasce sociali maggiormente impedite dall’assenza di libertà. Dalla tesi di Woolf, vi è solo un piccolo passo per capire perché ciò che comunemente chiamiamo "arte contemporanea" si sia sviluppata soprattutto in alcune nazioni ma non in altre, e come l'evoluzione dell'arte sia legata non solo agli eventi storici, ma a un dialogo continuo tra Est e Ovest. Questo dialogo si è intensificato dopo la Seconda Guerra Mondiale, riflettendo la fine del colonialismo europeo e il crescente potere economico delle nazioni orientali. Come risultato, questo libro si concentra sulle aree geografiche di Europa, America, Giappone e Cina, e sul dialogo interculturale cresciuto ed evoluto in queste aree e la sua influenza sugli sviluppi artistici.

Questo libro ha un approccio insolito verso l'arte contemporanea: usa l'analisi storica e sociologica come punto di partenza per esaminare le somiglianze culturali, piuttosto che le barriere culturali, analizzando e valorizzando soprattutto i punti in comune e i prestiti culturali tra un’area e un’altra. Grazie a questo approccio, il libro traccia un mondo in cui l'influenza artistica non è limitata da meri confini o, peggio, da approcci basati su pregiudizi culturali.

Ada Lombardi è docente di Storia dell'Arte Contemporanea all'Accademia di Belle Arti di Roma.

Nata a Roma si è laureata all'Università La Sapienza di Roma. L’autrice ha scritto libri, saggi e cataloghi, ha curato mostre, compresa la sezione di Arti Visive della Biennale di Venezia in collaborazione con la Japan Foundation. Inoltre, ha insegnato Storia dell'Arte Contemporanea nelle Accademie italiane dal 1991.

Fondazione Morra

Vico Lungo Pontecorvo 29/d
80135 Napoli

Orari: lunedì-venerdì 10- 19 | sabato 10-14

Info Point

Tel +39 081 5641655
Fax +39 081 5641494

info@fondazionemorra.org

Menu

Newsletter
Privacy & Cookie Policy