quartiere artecasa morramuseo nitschshimamotoLOGO TOP VIGNA2

the rabbit hole logo

the rabbit hole the art of remembering

the art of remembering residenza d’artista

dal 21 marzo al 4 aprile 2021
Museo Nitsch Napoli

La Fondazione Morra con il collettivo The rabbit hole e la E-M Arts associazione culturale presentano la residenza d’artista the art of remembering.

3 candidati residenti a Napoli o nei Comuni limitrofi potranno trascorrere insieme ad altri 7 candidati quattordici giorni nella residenza della Fondazione Morra ed al Museo Hermann Nitsch, nel cuore del Quartiere dell’Arte di Napoli, per esplorare l’arte del ricordare.

Siamo particolarmente interessati alle persone con un vivo interesse per i viaggi, le escursioni, i porti e le vie di navigazione, così come nei simboli antichi, nelle scritture e nei codici attraverso la poesia, il teatro, le sonorità, la matematica e la performance.

Gli artisti avranno la possibilità di esplorare l’argomento da soli, in un ambiente contemplativo e stimolante, e di collaborare e celebrare un incontro delle menticon gli altri candidati.

Come segmentodel programma, i candidati potranno conoscere la scena creativa di Napoli, incontrare alcuni artisti e personalità della città ed immergersi nelle onde del mare e della cultura.

Questo programma di residenza è fondato come un’indagine mistica, quindi invitiamo le menti curiose che hanno un particolare interesse per il sublime, per la scoperta di nuovi spazi di conoscenza,a catturare la misteriosa e magica piuma bianca e presentare la candidatura.

Metodologia

Ogni candidato interrogherà il tema del “ricordare” immergendosi in The Rabbit Hole Method™, un processo di indagine che estrae e distilla dalle pratiche artistiche contemporanee, dalla filosofia, dal misticismo, dalla matematica e dalla danza. Il metodo include l’insegnamento di Hazrat Inayat Khan, Farid Ud-Din Attar, Jorge Luis Borges, Alejandro Jodorowsky, Lewis Carroll, tra gli altri. The Rabbit Hole cerca di stimolare nuove idee sul sé e l’altro, e di sfidare i limiti e i confini costruit iculturalmente.

Sotto l’attenta consulenza della Georgetown University e del MIT Senselab, il programma basa i propri principi sulla decostruzione e sulla reinvenzione dei rituali e delle strutture. Lavora inoltre con il Teatro de los Sentidosdi Barcellona, una compagnia teatrale immersiva che crea esperienze decostruendo quella che è diventata la nostra presunta mappatura sensoriale, e invece scopre il magico filo d’argento che si mostra, se si è aperti al ricordare.

Prospettive per i candidati-artisti

Ogni candidato dovrà sviluppare in inglese una risposta all’arte del ricordare che verrà successivamente presentata al Museo Hermann Nitsch.

Ogni lavoro entrerà a far parte di un archivio che riflette The Rabbit Hole Method™.

Un evento finale al termine della residenza inviterà il pubblico a incontrare gli artisti, a introdurre la metodologia e a coinvolgere le comunità artistiche locali attraverso l’immersione sensoriale e il gioco.

A conclusione della residenza

Ogni artista riceverà un certificato master class del The Rabbit Hole Method™

Il lavoro di ogni artista verrà promosso attraverso i canali global di The Rabbit Hole. Ogni artista avrà un posto nel collettivo The Rabbit Hole.

Chi può presentare domanda

Con solo 3 possibilità da offrire per questa residenza, selezioneremo i candidati sia per il proprio merito artistico e la passione per la materia, che per il modo in cui ciascuno contribuisce a una sinergia generale di gruppo.

Artisti, curatori, scrittori, compositori, poeti, ricercatori, musicisti, performer, di ogni provenienza formativa sono invitati a presentare domanda.

Per partecipare, inviare quanto segue a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-una dichiarazione in inglese sul progetto sul quale si desidera lavorare

- una dichiarazione in inglese in relazione all’arte del ricordare(circa 400 parole)

- una risposta in inglese alla seguente domanda (circa 400 parole)

- il tuo curriculum

- il tuo sito web

Deadline 21 Febbraio 2021

La domanda

Leggi la seguente poesia e rispondi alla domanda

Cos'è che ci collega

Un ricordo?

E se smettessimo di ricordare?

the rabbit hole POEM

the rabbit holeè uno spazio immaginario

ha propagato varie piattaforme

ad esempio un programma di residenza internazionale,

eventi teatrali performativi nel mondo,

e un think tank filosofico.

Fondato a New York nel 2008, il collettivo the rabbit hole - composto da un gruppo birichino di artisti, scrittori e visionari - conta oltre 2000 partecipanti in 56 paesi.

Il collettivo vuole stimolare nuove idee su sé stessi e sugli altri e sfidare i limiti e i confini costruiti culturalmente. Un manifesto, scritto dai suoi fondatori, basa i propri principi sulla decostruzione e sulla reinvenzione di rituali e strutture.

Seguendo un fondamento della festosità e una celebrazione della perturbazione, the rabbit hole ha creato provocatorie mostre partecipative al Chelsea Art Museum, un autobus a due piani che viaggia nel tempo a New York City, un catamarano nel Mediterraneo e un viaggio in treno di 21 giorni attraverso l’Europa e il Medio Oriente, tra gli altri luoghi.

un pellegrinaggio attraverso terre e mari

“come viaggiatori noi facciamo un viaggio,

alla ricerca di una sorta di paese delle meraviglie;

che cosa ci collega?

un ricordo?

e se smettessimo di ricordare?”

- samina virani


FONDAZIONE MORRA - MUSEO NITSCH

Vico Lungo Pontecorvo, 29/d - 80135 Napoli

Tel. 081 5641655 

www.em-arts.org 

www.fondazionemorra.org 

www.museonitsch.org 

Fondazione Morra

Vico Lungo Pontecorvo 29/d
80135 Napoli

Orari: lunedì-venerdì 10- 19 | sabato 10-14

Info Point

Tel +39 081 5641655
Fax +39 081 5641494

info@fondazionemorra.org

Menu

Newsletter
Privacy & Cookie Policy