quartiere artecasa morramuseo nitschshimamotoLOGO TOP VIGNA2

Vettor Pisani | Nostalgia. Volo di Ritorno

Torre Guevara, Ischia – 8 luglio 2005

La mostra “Nostalgia. Volo di ritorno” rappresenta l’apice del percorso di Vettor Pisani. In questa mostra, l’artista torna sull’Isola cui deve le proprie origini e realizza un nuovo viaggio espositivo attraverso una rassegna di opere nuove che contengono in sé tutto il sapore e la fertilità creativa della sua lunga a complessa carriera di artista. La mostra si tiene alla Torre di Guevara, Ischia, uno degli spazi più suggestivi e misteriosi dell’Isola d’Ischia, ed ospita le nuove opere di Pisani, tra installazioni e opere bidimensionali (sculture, disegni e dipinti), che appartengono all’ultimo ciclo della sua produzione a partire dalla sua ultima mostra a Napoli, nel 2004, tenutasi presso la Fondazione Morra.

“Nostalgia. Volo di ritorno” è una mostra che celebra il ritorno. “Il nostos, ovvero il ritorno alle origini, è uno dei miti fondanti della mitologia greca e dell’immaginario letterario e artistico occidentale. Con il termine nostoi si indica la saga dei ritorni degli eroi greci vincitori a Troia. Nostalgia è il termine che combina il nostos, ritorno, ad algos, il dolore.

È uno sguardo a distanza, quello che riporta Vettor Pisani nella sua isola d’origine. Questa mostra storica che attraversa il suo percorso artistico segna il ritorno nell’Isola che lo ha ispirato per numerose opere ed ha tessuto il suo dialogo intimo a distanza con artisti di epoche storiche diverse. Tra questi Arnold Böcklin, la cui Isola dei morti resta il caposaldo dell’immaginario simbolista che ha dettato gran parte dei capolavori di Pisani.” ( A. Capasso)

La Torre Guevara, la residenza fortificata di nobili spagnoli, che si fa da sede per la mostra, si pone come un luogo pieno d’ispirazione per questo ritorno in volo, proprio per la leggenda che ci racconta: è stata la casa ospitale e il luogo d’ispirazione di un altro grande artista italiano, Michelangelo Buonarroti. Il viaggio di ritorno nella mitologia greca, non è però l’ultimo atto dell’eroe: è anzi un viaggio iniziatico, di purificazione, che, ad esempio trasforma l’Ulisse omerico da uomo – predone a diventare “uomo”, senza aggettivi. In tal senso, l’artista si misura con la propria arte, confrontandola con la sua storia privata, per aprire a stagioni nuove.

 

Visita la sezione dedicata all'artista

Fondazione Morra

Vico Lungo Pontecorvo 29/d
80135 Napoli

Orari: lunedì-venerdì 10- 19 | sabato 10-14

Info Point

Tel +39 081 5641655
Fax +39 081 5641494

info@fondazionemorra.org

Menu

Newsletter
Privacy & Cookie Policy